‘All’ex Ospedale di Monte Sant’Angelo manca il radiologo. Situazione inaccettabile!’

Ospedale di Monte Sant'Angelo“Il Medico Radiologo, assente da qualche giorno, non è stato sostituito e di conseguenza non è garantita l’assistenza ai tanti cittadini che, giornalmente, fruiscono di tale servizio”- si legge nella lettera che Antonio di Iasio, Sindaco di Monte Sant’Angelo, ha indirizzato al Direttore Generale dell’Asl Fg Attilio Manfrini, al Presidente della Regione Puglia Nichi Vendola, all’Assessore alle Politiche Sanitarie della Regione Puglia Elena Gentile e a Dino Marino, Presidente della III Commissione – Assistenza Sanitaria, Servizi Sociali.

Ecco la lettera inviata dal primo cittadino di Monte Sant’Angelo.

Pregiatissimo Direttore, vengo a rappresentarLe il disagio che vivono i cittadini nella fruizione del servizio di Radiologia operativo presso il Presidio Sanitario Territoriale di Monte Sant’Angelo. Da più parti giungono notizie che il Medico Radiologo, assente da qualche giorno, non sia stato sostituito e che, di conseguenza, non venga garantita l’assistenza ai tanti cittadini che, giornalmente, fruiscono di tale servizio. Se si necessita di una cura immediata, ci si deve rivolgere alla struttura di Manfredonia se non a quella di Cerignola: capisce bene che ciò è inaccettabile”.

Di Iasio aggiunge: “La popolazione di Monte Sant’Angelo sta pagando un prezzo altissimo, in termini di qualità e quantità dell’offerta sanitaria, dopo la riconversione dell’ex Ospedale. Non ritengo credibile la pur minima idea che non ci sia un Medico Radiologo che possa prestare servizio a Monte Sant’Angelo, in supplenza del collega assente. Eppure è risaputo che, non molto tempo fa, codesta Azienda ha indetto un pubblico concorso per il reclutamento di Medici Radiologi, qualcuno dei quali, peraltro, da associare alla struttura di Monte Sant’Angelo.

In quanto Sindaco, anche l’utenza sanitaria fa affidamento sull’impegno che, giornalmente, devo mettere perché i servizi siano garantiti, e non posso certamente fare finta di nulla e continuare a registrare disservizi dei quali non si riescono a capire le ragioni né le scelte di governance che, evidentemente, penalizzano per l’ennesima volta la mia città”.

Il sindaco conclude: “Pertanto, chiedo che, al più presto, tale disagio sia rimosso perché i miei concittadini abbiano a godere di un servizio efficiente. Certo del Suo interessamento, la ringraziando fin da ora per quanto sicuramente farà”.

Gli fa eco il Vice Sindaco e Assessore alle Politiche Sociali e alla Solidarietà della Città di Monte Sant’Angelo, Felice Scirpoli: “Non possiamo più accettare questi disservizi e non li accetteremo più in futuro. Chiediamo, con forza, che venga ristabilita la normale funzionalità del Presidio Sanitario e che venga finalmente attuato l’intero protocollo d’intesa”.