Sei qui: Itinerari

Halloween nel Castello di Monte Sant’Angelo

In occasione della festa di Halloween, in programma il prossimo 31 ottobre, nel Castello di Monte Sant’Angelo, stiamo cercando ragazzi e ragazze di età superiore ai 16 anni, con senso dell’umorismo e ancora voglia di giocare, da inserire tra i personaggi negli spettacoli che si terranno. Si tratta di comparse che, mascherate per l’occasione, insceneranno momenti tratti dai più famosi film dell’Horror. Vi aspettiamo, non abbiate paura degli spiriti del castello, per una...

Origini del Paese

La storia ci ricorda che nel paese di Monte Sant’Angelo sono passate diverse dominazioni come quella Longobarda, Saracena, Normanna, Sveva, Angioina ed Aragonese; fino a quando, nel ‘700, Ferdinando IV la donò al cardinale Ruffo. Attivissima nella commercializzazione di prodotti agroalimentari, Monte Sant’Angelo in realtà vive della crescita vertiginosa di attività turistiche legate alla straordinaria presenza di fedeli nell’intera zona. Già da alcuni millenni prima della nascita...

Primi insediamenti urbani a Monte Sant’Angelo

Intorno al santuario si andò formando un piccolo centro urbano, l’amministrazione del quale era stata affidata al vescovo di Siponto, Lorenzo Maiorano, cugino dell’imperatore Zenone I. Il luogo divenne meta di un pellegrinaggio di sempre più vaste proporzioni, che andò diffondendosi soprattutto nel VII secolo, quando con la vittoria del longobardo Grimoaldo, il santuario fu strappato ai bizantini e divenne il sacrario dei Longobardi del Mezzogiorno. I pellegrini giungevano al...

Quartiere “Junno”

Il rione Junno è il quartiere più antico del paese di Monte Sant’Angelo. Il centro, sviluppatosi nel VI secolo intorno al famoso santuario di San Michele Arcangelo, tuttora meta di pellegrini, conserva una struttura urbanistica tipicamente medievale. Il suo tessuto edilizio è costituito in prevalenza da abitazioni unifamiliari ubicate a diversi livelli e allineate lungo strade ripide e tortuose. Il rione Junno, che trarrebbe nome dal mitico re Plilunno, è caratterizzato da una trama...

Il Castello sotto Federico II

Il Castello di Monte Sant’Angelo sorge a nord-ovest, nella parte più alta del paese, a pochi chilometri dalla Basilica di San Michele Arcangelo. Secondo alcune testimonianze storiche, le prime tracce dell’esistenza di un castello a Monte Sant’Angelo risalirebbero alla prima metà del IX secolo; quando, durante il regno di Sicardo, principe di Benevento, sorgesse nel paese un castrum bizantino. Certo è che la prima fase costruttiva del castello attuale risale al periodo...

Il Castello tra Angioini e Aragonesi

Alla morte di Manfredi, la città di Monte Sant’Angelo passò a Carlo I d’Angiò. Per tutto il periodo angioino il castello, fu abitato fra gli altri da Carlino III, primogenito di Carlo II, dal duca Raimondo Berlingaro, da Giovanni d’Angiò, duca di Durazzo, e dalla duchesse Agnese, dal duca Luigi e da sua moglie Margherita Sanseverino; non subì trasformazioni di rilievo, ma ebbe, tuttavia, un notevole risveglio di vita. Gli angioini si servirono del castello come prigione...

Il Castello ai giorni nostri

Il Castello di Monte Sant’Angelo, dopo essere appartenuto a diverse famiglie spagnole, fu venduto nel 1552 ai principi Grimaldi di Gerace, che lo tennero fino al 1798, allorchè fu sottoposto al Demanio regio. Alla caduta di Napoleone e con il ritorno dei Borboni, il castello passò al famigerato cardinale Ruffo, che lo ebbe in dono da Ferdinando IV in premio dei suoi servigi. Successivamente gli eredi del cardinale lo diedero in affitto a dei pastori di capre, che ne demolirono una gran...

Architettura del Castello nei secoli

Il Castello di Monte Sant’Angelo, sorge nella parte alta del paese. Il nucleo originale del Castello subì nnumerevoli ampliamenti e rifacimenti nel corso dei secoli, a causa del susseguirsi della signorie che dominarono il territorio. Le prime testimonianze storiche sull’esistenza della fortezza, risalgono alla prima metà del IX secolo, quando Orso I, vescovo di Benevento e Siponto, fece edificare ex novo, tra l’837 e l’838, un castrum bizantino, contribuendo così...

Architettura attuale del Castello

Nel corso dei secoli, a causa delle varie dominazioni subite dalla città di Monte Sant’Angelo, il Castello ha subito continui ampliamenti e rifacimenti, fino ad assumere l’architettura attuale. Al Castello si accede tramite un portale, il quale è preceduto dal ponte a due archi collocato attraverso il fossato che anticamente circondava la fortezza. Entrando si incontra il posto di guardia posizionato sulla destra, e un ampio locale in cui si trovano le scuderie e il deposito...

Segni storico-artistici nel paese dell’Arcangelo

I Signori che dal XII al XVIII secolo si avvicendarono a reggere quello che fu definito l’Honor Montis Sancti Angeli impressero i segni storico-artistici più significativi dell’intero Gargano. Fra i monumenti più notevoli troviamo il santuario di San Michele Arcangelo, il complesso di San Pietro formato dalla chiesa di San Pietro, dalla chiesa di Santa Maria Maggiore e dal Battistero di San Giovanni in Tumba, e il Castello. Ma ce ne sono anche altri degni di attenzione. L’attuale...

Caratteristiche del Complesso di San Pietro

Il battistero di San Giovanni, detto Tomba di Rotari, assieme alla chiesa di Santa Maria Maggiore, formano il complesso monumentale di San Pietro. Il secondo polo, dopo il santuario micaelico, legato al culto e alla devozione nella cittadina garganica consacrata all’arcangelo Michele. Secondo alcuni studiosi, il complesso di edifici sacri avrebbe avuto origine da un’antichissima parrocchiale dedicata all’apostolo Pietro; in questa chiesa, andata distrutta per cause...

Chiesa di San Pietro

Quello formato dalla chiesa di san Pietro e dal battistero di San Giovanni, insieme alla chiesa di Santa Maria Maggiore, costituisce il secondo polo, dopo il santuario micaelico, legato al culto e alla devozione nella cittadina garganica consacrata all’arcangelo Michele. Pochi metri dividono il colonnato della Basilica di San Michele dalla più antica chiesa del paese. San Pietro, sede della prima parrocchia cittadina, venne demolita nel 1894, per ragioni storiche. Di essa ci è pervenuta la...

Chiesa di Santa Maria Maggiore

La chiesa di Santa Maria Maggiore, di antica origine, fu fatta ricostruire nel secolo XI da Leone Garganico, arcivescovo di Siponto e di Monte Sant’Angelo, il quale le aggiunse l’appellativo Maggiore, per distinguerla da un’altra chiesa di Siponto anch’essa dedicata alla Vergine: probabilmente la volontà del vescovo di trasferire sulla montagna dell’Arcangelo la lontana eco della cattedrale sipontina almeno per quel che si pensa dell’originaria tessitura della facciata, che si...

Portale di Santa Maria Maggiore

Un’iscrizione sovrastante il timpano del sontuoso portale della chiesa di Santa Maria Maggiore ci informa che nel 1198, quando regnava Costanza d’Atavilla con suo figlio Federico II di Svevia, un sacerdote di nome Benedetto diede inizio alla costruzione della fabbrica in onore della Vergine. Non necessariamente tale data si riferisce al portale, che potè essere realizzato solo a conclusione dei lavori della facciata, o almeno a prospetto impostato. Stilisticamente infatti ci troviamo...

Battistero di San Giovanni in Tumba

Tra i pellegrini illustri che visitarono il santuario di Monte Sant’Angelo nei primi secoli la tradizione annovera un lunghissimo elenco di re, papi, imperatori, santi e perfino personaggi fantastici come Orlando, il leggendario paladino di Carlo Magno. Non si sa con certezza se il re longobardo Rotari sia mai giunto a Monte Sant’Angelo, tuttavia gli viene attribuito un testamento, nel quale avrebbe espresso il desiderio di esservi sepolto, cosicché si è voluto riconoscere il suo...

Portale di San Giovanni in Tumba

L’ingresso al battistero di San Giovanni in Tumba avviene attraverso una piccola porta aperta a sinistra dell’abside della chiesa di San Pietro, di semplice forma architravata, ricavata nello spessore della muratura e sormontata da due blocchi scolpiti di materiale diverso sistemati in funzione di lunetta e di architrave. Sul listello piatto che li divide appare un’iscrizione mutila, genericamente ripresa dalla Bibbia, e interpretata come allusione alla redenzione insita nel battesimo: Q...

Monte Sant’Angelo nel Gargano

Benvenuto a Monte Sant’Angelo, celebre per il santuario di San Michele Arcangelo, meta di pellegrinaggi dei fedeli cristiani sin dal VI secolo. Situata nel Parco Nazionale del Gargano rappresenta un punto panoramico emozionante essendo il comune più alto del Gargano. Si erge su uno sperone meridionale del Promontorio del Gargano, a oltre 800 metri d’altezza; ad ovest domina il Tavoliere delle Puglie e a sud il Golfo di Manfredonia. E’ adagiata su una roccia di tipo calcareo,...

  -