Sei qui: Storia di San Michele

Origini del Santo

I visitatori che ogni anno raggiungono Monte Sant’Angelo sono motivati principalmente dal culto di san Michele, che in questo paese del Gargano ha testimoniato la sua presenza in più occasioni accreditandolo così come il centro più antico di diffusione del culto dell’Arcangelo Michele in Italia. Michele è uno dei tre arcangeli menzionati nella Bibbia. Il nome Michele deriva dall’espressione “Mi-ka-El” che significa “chi è come Dio”. L’arcangelo...

Le apparizioni dell’Arcangelo

La prima apparizione Secondo la tradizione, l’Arcangelo apparve una prima volta nel 490, durante il pontificato di Felice III. A un certo Elvio Emanuele, ricco pastore e signore del monte Garganico, era fuggito un toro dalla mandria. Dopo giorni e giorni di ricerche, l’aveva finalmente trovato, inginocchiato all’interno di una spelonca quasi inaccessibile. Poiché l’animale non si lasciava catturare, il mandriano aveva scoccato una freccia, che inspiegabilmente aveva invertito la sua...

San Michele nella liturgia

Le liturgie non sempre concordano sul giorno dedicato a san Michele Arcangelo che, ovunque, viene quasi sempre festeggiato non da solo ma a capo della milizia degli angeli. Tale aspetto collettivo lo ritroviamo nei più antichi testi della Messa e in quelli dell’Ufficio. Nella Messa tridentina san Michele è ricordato espressamente più volte. Innanzitutto è menzionato nel Confiteor primo fra i santi dopo la Vergine Maria. Lo si ritrova quindi nella preghiera di benedizione...

Luoghi di culto

In Italia san Michele è particolarmente venerato nelle seguenti località: Abruzzo: Ari, Arielli, Città Sant’Angelo, Lettomanoppello, Liscia, Roccacasale, Vasto, Villa Sant’Angelo, San Pelino (Avezzano); Basilicata: Pomarico, Sant’Angelo Le Fratte, Sant’Arcangelo; Calabria: Albidona, Cinquefrondi, Gallo (frazione di San Pietro in Amantea), Piscopio (frazione di Vibo Valentia), Platania (CZ), Rombiolo, Sangineto Lido (CS), San Nicola dell’ Alto (KR)Santa Maria del...

  -