Consultorio di Monte Sant’Angelo: “Facciamo nostra l’istanza dell’associazione Tilak”

Consultori“Sono pienamente d’accordo con l’istanza avanzata dal gruppo donne Tilak. La Regione e l’Asl non possono più pensare di prendere tempo e di protrarre una situazione divenuta ormai inaccettabile. Dal 2011, anno in cui la nostra struttura ospedaliera veniva declassata a presidio sanitario, sono stati attivati solo alcuni dei servizi presenti nel Protocollo d’Intesa firmato dal Comune di Monte Sant’Angelo con l’Asl Foggia e per i quali più volte l’Assessore Regionale alle Politiche della Salute, Elena Gentile, ha pubblicamente preso impegni perché vengano realizzati.

L’Amministrazione ha più volte chiesto e continua a pressare quasi quotidianamente sia l’Asl che la Regione affinché tutti i servizi vengano attivati nel più breve tempo possibile. Inoltre, quello del Consultorio è un tema necessariamente da affrontare e risolvere subito, senza altra perdita di tempo. A breve, come comunicatoci dalla sua segreteria particolare, incontreremo l’Assessore Gentile e i vertici dell’Azienda Sanitaria per concordare la tempistica e tutte le azioni da mettere in atto. Ringrazio l’Associazione Donne Tilak per aver affrontato un tema delicato e importante che già da diverso tempo la mia Amministrazione sta seguendo con grande attenzione.

Spero di portare, a breve, buone nuove” – è il commento del Sindaco di Monte Sant’Angelo, Antonio di Iasio.