“L’impossibile fine del politeismo”, dal 4 al 6 aprile il convegno nazionale dell’associazione Biblia a Monte Sant’Angelo

“L’impossibile fine del politeismo”, dal 4 al 6 aprile il convegno nazionale dell’associazione Biblia a Monte Sant’Angelo“Il convegno sarà un’occasione per mettere a confronto l’antitesi monoteismo/politeismo con la polemica anti-idolatrica della Bibbia, che non sembra tanto interessata al problema concettuale e numerico se gli dèi siano tanti o uno solo, quanto all’esclusività della relazione con Colui che si è chiamati ad amare con tutta l’anima e con tutte le forze” – è la presentazione fatta dagli organizzatori, che aggiungono – “Potremo anche chiederci se davvero la complessità dell’esperienza religiosa possa essere racchiusa nella dualità senza sfumature di una secca opposizione binaria o se, fra politeismo e monoteismo, non si estenda un’ampia zona grigia di influssi e contaminazioni reciproche. La scelta del luogo ci offrirà l’opportunità di esplorare un territorio aspro e bellissimo, saturo di remote suggestioni pagane confluite in miti e riti della devozione popolare cristiana”.

Antonio di Iasio, Sindaco di Monte Sant’Angelo, così presenta l’iniziativa: “Siamo particolarmente lieti di accogliere e ospitare l’associazione Biblia nella nostra Città. Questo è un convegno che affronta importanti tematiche, ma è anche un’opportunità per far conoscere la nostra città e le nostre meraviglie ai numerosi opinion leaders coinvolti”. Il Sindaco aggiunge – “Questo appuntamento chiude una settimana densa di appuntamenti dedicati alla cultura: gli incontri filosofici di lunedì 31 e di giovedì 3; mercoledì 2 invece abbiamo presentato i progetti POin per la riqualificazione e valorizzazione dei nostri Beni Culturali; dal 4 al 6 aprile appunto, ospitiamo l’Associazione fiorentina Biblia. Tutti gli incontri si sono tenuti nella sala conferenze della Biblioteca Comunale che abbiamo riaperto a gennaio dopo 10 anni e che, finalmente, torna ad essere un prezioso punto di riferimento e un luogo di discussione e di confronto”.

Il convegno nazionale “L’impossibile fine del politeismo” è organizzato da BIBLIA, Associazione laica di cultura biblica, in collaborazione con l’AIRS, Associazione internazionale per le ricerche sui santuari, con il Dipartimento di Scienze dell’Antichità e del Tardoantico dell’Università di Bari e gode del patrocinio dell’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia e dell’Assessorato ai Beni e alle attività culturali della Città di Monte Sant’Angelo.

Il programma del convegno si inaugura venerdì 4 aprile con il saluto delle autorità: interverranno Antonio di Iasio, Sindaco di Monte Sant’Angelo e Giovanni Granatiero, Assessore ai Beni e alle attività culturali della Città di Monte Sant’Angelo.

Dalle ore 9.30-12.30: “Divino, verità e potere”, Riccardo Zerbetto, Direttore del Centro Studi di Terapia della Gestalt, Milano. “Il Dio degli dèi: da Akhenaton a Mosè”, Gian Luigi Prato, biblista, Università Roma 3.

Dalle ore 15.30-18.30: “La verità dei miti classici”, Giancarla Codrignani, politologa e grecista, Bologna.

“La funzione civile ed etica della religione nel mondo classico”, Luciano Bossina, grecista, Università di Padova.

I lavori di sabato 5 aprile cominceranno presso l’Auditorium del Santuario di San Michele Arcangelo con una  conferenza introduttiva del prof. Giorgio Otranto, seguita dalla visita guidata alla Basilica e alla città.

Dalle ore 15.30-18.30: “’Al Dio ignoto’: discorso di Paolo davanti all’Areòpago”, Romano Penna, biblista, Roma. “Mito e cristologia in Giustino (II secolo)”, Giorgio Otranto, storico del cristianesimo italiano e fondatore del Centro Studi micaelici e garganici, Università di Bari.

Domenica 6 aprile la giornata conclusiva. Dalle ore 09 alle 12: “La pluralità del mondo divino negli ebraismi all’inizio dell’era volgare”, Luca Arcari, Storia del Cristianesimo e delle Chiese, Università Federico II di Napoli. “C’è un politeismo nel cristianesimo? Variazioni sul tema dal tardo antico a oggi”, Giovanni Filoramo, storico delle religioni, Università di Torino.

Moderatore: Guido Armellini, membro del Consiglio direttivo di Biblia.