Pubblicato bando riservato alle aziende per adesione al ‘Paniere dei prodotti del Parco’

parco-del-garganoDalla teoria alla pratica per sostenere concretamente l’economia del territorio ed i suoi operatori, nonché tutelare e conservare tipicità e tradizioni che rischiano di essere cancellate dalla globalizzazione e dalla frenesia del profitto.

Dopo la fase di start up, caratterizzatasi per il corso di assaggiatori d’olio e l’apprezzato spettacolo “Kitchen Stories”, il Parco Nazionale del Gargano, su indicazione del Presidente, l’Avv. Stefano Pecorella, vara ufficialmente il “Sistema di rintracciabilità di filiera controllata conforme alla norma internazionale UNI EN ISO 22005:8, relativo al Paniere dei Prodotti tipici del Parco Nazionale del Gargano”.

“L’Ente Parco Nazionale del Gargano – spiega il Presidente Pecorella – all’interno del Piano di Gestione per l’anno 2012 ha previsto come obiettivo la realizzazione di un Sistema di Rintracciabilità di Filiera Controllata. Il programma è finalizzato alla valorizzazione dell’origine della materia prima e del processo produttivo, nonché alla valorizzazione delle produzioni tipiche dell’area protetta. L’area protetta del Gargano con le sue risorse ambientali, culturali, paesaggistiche, costituisce una concreta occasione di crescita economica e di sviluppo la cui competitività è fortemente influenzata dalla capacità di trasformare e valorizzare il ricco patrimonio di attrattive (sia naturali che culturali) in grado di generare reddito e sviluppo. In questa prospettiva – sottolinea Pecorella- si colloca un approccio strategico integrato, in grado di individuare, valorizzare e promuovere i punti di forza del territorio del Parco, uno dei quali è rappresentato dalla presenza di prodotti tipici di qualità, un patrimonio della comunità locale. Le caratteristiche qualitative di alcuni dei prodotti del paniere del Parco sono strettamente legate al territorio e alle sue risorse, naturali, storiche, genetiche e umane, sapientemente combinate nel corso del tempo dalla comunità locale”.

Le produzioni che possono accedere al paniere del Parco sono ascrivibili alle seguenti filiere: Filiera dell’Olio; Filiera del Pane; Filiera Ortofrutticola; Filiera della Carne; Filiera Dolciaria; Filiera Lattiero-Casearia. All’interno di queste potranno essere prese in considerazione solo prodotti che si caratterizzano per tipicità, qualità delle materie prime, memoria storica, metodo di lavorazione.

Il Sistema di Rintracciabilità promosso dall’Ente Parco Nazionale del Gargano sarà in grado di garantire l’origine e la qualità dei suoi prodotti tipici attraverso l’identificazione di tutti gli attori della filiera (ruoli e responsabilità) e la definizione di codici alfanumerici che permettono di correlare in ogni momento un lotto di prodotto ai controlli su di esso effettuati e i relativi esiti. La certificazione del Sistema di Rintracciabilità ai requisiti espressi dalla norma UNI EN ISO 22005:08 rappresenta un atto di elevata visibilità e trasparenza che, mediante l’intervento di un terzo soggetto indipendente, conferma l’impegno volontariamente stipulato dalle imprese ad operare in conformità alla norma e alla normativa vigente.

Al fine di ottenere un prodotto competitivo da un punto di vista qualitativo e della sostenibilità ambientale, possono aderire alla Filiera del Parco del Gargano le imprese in possesso di certificazioni di qualità già riconosciute a livello comunitario o nazionale: Agricoltura Biologica, Agricoltura Integrata (SQNPI ), DOP, IGP, ecc.) oppure che hanno intrapreso l’iter di adesione al sistema certificativo degli stessi sistemi di qualità.

Nei prossimi giorni verrà pubblicato l’avviso pubblico e il bando per l’adesione al progetto pilota della Filiera dell’Olio, con i criteri di selezione delle imprese.