Regione Puglia: pubblicato il nuovo bando per il microcredito

Regione PugliaLa Regione Puglia ha pubblicato il nuovo bando per il microcredito. Possono presentare domanda di finanziamento:

  • le microimprese, ossia le imprese che occupano meno di 10 dipendenti e realizzano un fatturato annuo non superiore a 2 milioni di euro;
  • le associazioni tra professionisti costituite da soci/associati iscritti ad ordini professionali.

Molti i settori economici di intervento. A differenza del precedente, il bando è rivolto anche ai settori della ristorazione e della ricettività. Non possono invece parteciparvi attività commerciali o di intermediazione.

SOGGETTI BENEFICIARI
Possono presentare domanda di finanziamento:
  •  Microimprese, ossia le imprese che occupano meno di 10 dipendenti e realizzano un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiore a 2 milioni di euro. Le microimprese possono essere costituite in forma di ditta individuale, società in nome collettivo, società in accomandita semplice, società cooperative, società a responsabilità limitata semplificata;
  • Associazioni tra professionisti costituite da soci/associati iscritti ad ordini professionali.

Le microimprese devono aver emesso la prima fattura attiva o aver percepito il primo corrispettivo almeno 6 mesi prima della presentazione della domanda. Inoltre, le microimprese devono essere considerate “non bancabili” per poter accedere alla domanda in base a specifici requisiti definiti dal bando:

  • non aver avuto nei 12 mesi precedenti la presentazione della domanda, una disponibilità di liquidità superiore a €. 50.000,00;
  • non aver avuto nei 12 mesi precedenti la presentazione della domanda, una disponibilità di immobilizzazioni materiali superiore a €. 200.000,00;
  • non aver generato nei 12 mesi precedenti la presentazione della domanda, ricavi superiori a €. 120.000,00;
  • non aver beneficiato di altri finanziamenti per un importo complessivo superiore a €. 30.000,00;
  • non aver beneficiato di altre agevolazioni regionali
SPESE AMMISSIBILI
Sono ritenute ammissibili le seguenti spese al netto dell’IVA e per un importo non superiore al 30% del totale delle spese presenti nell’istanza di finanziamento:
  • Opere murarie
  • Acquisto di impianti, macchinari e attrezzature varie
  • Acquisto di programmi informatici
  • Acquisto di diritti di brevetto e licenze.
  • Sono ritenute ammissibili le seguenti spese al netto dell’IVA e per un importo non superiore al 70% del totale delle spese presenti nell’istanza di finanziamento:
  • Acquisto di materie prime, semilavorati, materiale di consumo
  • Spese di locazione di immobili
  • Utenze: energia, acqua, riscaldamento, telefono e connettività
  • Premi per polizze assicurative.
CAMPO DI APPLICAZIONE
I soggetti proponenti possono operare in diversi settori economici, con le seguenti esclusioni:
  • pesca e acquacoltura
  • produzione primaria di prodotti agricoli
  • trasformazione e commercializzazione di prodotti agricoli
  • esportazione
  • trasporto merci su strada
  • costruzione navale
  • siderurgia
  • fornitura e produzione di energia, acqua e gestione di reti fognarie
  • attività finanziarie, assicurative ed immobiliari
  • attività riguardanti le lotterie, le scommesse e le case da gioco
  • attività commerciali e di intermediazione.
INTENSITÀ DELL’AIUTO
L’aiuto è concesso nella forma di mutuo chirografario e nella seguente misura:
  • importo minimo euro 5.000,00
  • importo massimo euro 25.000,00
Durata massima: 60 mesi
Tasso di interesse: fisso, pari al 70% del tasso di riferimento UE.
PRESENTAZIONE DOMANDE
Le domande preliminari di finanziamento possono essere inviate on line a partire dal 21 novembre 2013. Per le domande esaminabili la Regione procederà alla convocazione per un colloquio di tutoraggio al termine del quale verrà prodotta la domanda definitiva di finanziamento.
INFORMAZIONI
Confcommercio Imprese per l’Italia di Foggia – Ufficio Finanza agevolata alle imprese – Stefania Bozzini – tel. 0881.560227-329.2795221 – fax 0881.560360 oppure consultare il materiale allegato.

Scarica gli Allegati