Settimana della Cultura UNESCO”, martedì 27 maggio la proiezione del film documentario “L’Italia dei Longobardi

Italia dei LongobardiSi terrà martedì 27 maggio, alle ore 19.00, presso l’Auditorium delle Clarisse, la proiezione del film documentario “L’Italia dei Longobardi”.

Dopo i saluti di Antonio DI IASIO (Sindaco di Monte Sant’Angelo), Giovanni GRANATIERO (Presidente Associazione Italia Langobardorum) e Stefano PECORELLA (Presidente Ente Parco Nazionale del Gargano), interverranno: Enrico SETTIMI (Autore film-documentario) e Luca PEYRONEL (Coordinatore del Laboratorio Multimediale Archeoframe, IULM Milano). Saranno presenti il M° Peppino PRINCIPE e i professori Giorgio OTRANTO e Immacolata AULISA.

Il film-documentario “L’Italia dei Longobardi” è prodotto dall’Associazione Italia Langobardorum e realizzato in partenariato con Archeoframe, il laboratorio di Valorizzazione e Comunicazione dei Beni Archeologici dell’Università IULM di Milano.

Il documentario ripercorre, sul filo delle parole di testimonial d’eccezione – il critico Philippe Daverio, l’artista Omar Pedrini, il giornalista Toni Capuozzo, lo scrittore Vincenzo Cerami, il pianista Maurizio Mastrini, l’ingegner Giuseppe D’Avino e il musicista Peppino Principe – i dettagli dell’incessante lavoro di reinterpretazione del periodo storico della dominazione longobarda in Italia che ha contribuito in modo decisivo alla nascita del Medioevo occidentale.

L’Italia dei Longobardi è un documentario ricco, dettagliato, denso di contributi autorevoli, che racconta una storia fin qui mai comunicata per immagini filmate, con lo scopo di diffondere la conoscenza del popolo Longobardo e del suo ruolo fondamentale nella formazione della cultura europea e di promuovere, soprattutto nelle nuove generazioni, la consapevolezza del patrimonio architettonico, archeologico, storico e artistico che caratterizza i territori compresi nel sito I Longobardi in Italia. I luoghi del potere (568-774 d. C.), iscritto dal 2011 nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, Cividale del Friuli, Brescia, Castelseprio-Torba, Spoleto, Campello sul Clitunno, Benevento e Monte Sant’Angelo.

Il filmato è stato prodotto con il finanziamento della legge 77/2006 “Misure speciali di tutela e fruizione dei siti italiani di interesse culturale, paesaggistico e ambientale, inseriti nella “lista del patrimonio mondiale” posti sotto tutela dell’UNESCO, la cui gestione è curata dalla Direzione Generale per la Valorizzazione del patrimonio culturale.

Il film documentario ha ricevuto il primo premio alla XXIV edizione della Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto, il più importante festival di cinema archeologico italiano e tra i maggiori in Europa.

La “Settimana della Cultura Unesco” prosegue sino a sabato 31 maggio: mercoledì 28 la presentazione del libro “Non dirmi che hai paura” di Giuseppe Catozzella (Feltrinelli 2014) finalista del Premio Strega 2014; giovedì, venerdì e sabato le visite guidate al Museo Lapidario (Cripte Longobarde) del Santuario di San Michele Arcangelo (prenotazioni 348.7196465); venerdì 30 la presentazione della pubblicazione “I Longobardi”; sabato 31 l’inaugurazione della mostra “Trame Longobarde” e il concerto del duo Mangalavite-Albelo.

La “Settimana della Cultura Unesco” è un progetto promosso dall’Assessorato ai Beni e alle attività culturali e dall’Assessorato al Turismo della Città di Monte Sant’Angelo, dall’Associazione Italia Langobardorum, con il contributo dell’Assessorato al Mediterraneo, Cultura e Turismo della Regione Puglia e dall’Ente Parco Nazionale del Gargano, con la collaborazione di Club Unesco Foggia, Padri Micheliti, Airs (Associazione Internazionale per le ricerche sui santuari), cooperativa Ecogargano, Proloco e Pugliapromozione.