Tour Nazionale della Polizia di Stato a Monte

Una vita da SocialIl Progetto, ideato e curato dal Servizio Polizia postale e dall’Ufficio Relazioni Esterne, ha lo scopo d’informare e sensibilizzare gli utilizzatori dei social network sui rischi e le insidie che si nascondono in Rete.

“Siamo particolarmente contenti di ospitare a Monte Sant’Angelo questo importante evento promosso dalla Polizia dello Stato.” – dichiara Matteo Taronna, consigliere con delega alla legalità, che continua – “Abbiamo fortemente voluto portare il tour nella nostra città, che sarà una delle 55 tappe in Italia, di questa campagna di sensibilizzazione. Ringrazio, quindi, la Polizia di Stato per questa opportunità. La sicurezza passa anche dalla rete, a volte una vera insidia se non si conoscono i pericoli che può riservare. È dovere dell’intera comunità formare i ragazzi ad un uso consapevole di questo straordinario strumento, affinché internet rappresenti un’opportunità e non un pericolo.”

Saranno 55, infatti, le tappe previste nel 2015 della campagna di educazione alla legalità “Una vita da Social“, la più importante e imponente campagna educativa itinerante realizzata dalla Polizia di Stato, in collaborazione con il ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Simbolo e cuore del Progetto è il Truck, un bus allestito a spazio multimediale che sosterà nelle principali piazze cittadine. Al suo interno esperti della Polizia postale daranno consigli e spiegheranno i principali pericoli che si incontrano sulla Rete per navigare in sicurezza.

Per la prima volta, aziende come Facebook, Fastweb, Google, H3G, Libero, Microsoft, Telecom Italia, Norton by Symantec, Skuola.net, Vodafone, Virgilio, Wind, Youtube e Consorzio Gruppo Eventi, lavorano insieme alla Polizia di Stato per un solo grande obiettivo.

Appuntamento a Monte Sant’Angelo mercoledì 25 marzo 2015.